Finanza per le aziende green

GreenItaly1: la società target Zephyro su AIM Italia

SPAC logo DEF

La società debutta in Borsa Italiana in seguito alla fusione per incorporazione nella SPAC GreenItaly1, promossa da VedoGreen, IDEA CAPITAL FUNDS e Matteo Carlotti.

 

I promotori di GreenItaly1

VedoGreen è la società del Gruppo IR TOP, partner Equity markets di Borsa Italiana, specializzata nella finanza per le aziende green quotate e private; è proprietaria del primo database di oltre 3.000 aziende operanti nella green economy che consente la più completa mappatura del settore in Italia. Grazie alle consolidate relazioni con la comunità finanziaria nazionale e internazionale, VedoGreen favorisce il percorso delle aziende che intendono aprire il capitale a fondi di Private Equity e opera come advisor per la quotazione in Borsa. IR Top, fondata nel 2001, è leader in Italia nella consulenza strategica di Investor Relations per Small&Mid cap quotate.

IDEA CAPITAL FUNDS SGR SPA (Gruppo DeA Capital/De Agostini). Fondata nel 2007, IDEA CAPITAL FUNDS è uno dei principali asset manager indipendenti italiani, con 1,3 miliardi di Euro di masse gestite, gestisce sia in fondi di fondi di Private Equity sia in fondi diretti, con esposizione internazionale e nazionale. Le due aree di attività, gestite da team dedicati, sono parte di una medesima strategia di creazione di valore a favore della propria base di investitori, che include assicurazioni, banche e fondazioni, fondi pensione e casse previdenziali nonchè alcuni importanti imprenditori e family office. La società gestisce tre fondi di fondi (IDEA I Fund of Funds, ICF II e ICF III) e due fondi diretti (IDEA OPPORTUNITY FUND, IDEA EFFICIENZA ENERGETICA E SVILUPPO SOSTENIBILE). IDEA CAPITAL FUNDS è controllata al 100% da DeA Capital, società del Gruppo De Agostini attiva nel Private Equity e nell’Alternative Asset Management. IDEA CAPITAL FUNDS è presieduta da Roberto Saviane, Mario Barozzi è l’Amministratore Delegato e Chicco Testa Vice Presidente. IDEA EFFICIENZA ENERGETICA E SVILUPPO SOSTENIBILE è un fondo di private equity con una dotazione di € 100 mn che annovera tra i propri sottoscrittori DeA Capital e M&C in qualità di sponsor, e sofisticati investitori istituzionali (banche, assicurazioni, casse di previdenza private) e prestigiosi imprenditri e high net worth individuals. Il fondo investe in piccole-medie aziende, attive nella realizzazione di prodotti e servizi per il risparmio energetico, lo sfruttamento delle fonti rinnovabili o l’uso efficiente delle risorse naturali, sia in operazioni di growth ed expansion capital, che in operazioni di buy-out.

Matteo Carlotti, uno dei fondatori e Amministratore Delegato della prima SPAC di diritto Italiano quotata a Milano MADE IN ITALY 1, oggi SeSa Group, ha oltre 20 anni di esperienza in gestione operativa e manageriale degli investimenti italiani di fondi di private equity internazionali. Profondo conoscitore delle dinamiche caratteristiche di aziende di medio-piccola dimensione, soprattutto in occasione del loro passaggio da una gestione familiare ad una professionale.

GreenItaly1

GreenItaly1 è la prima SPAC (Special Purpose Acquisition Company) specializzata nella green economy italiana, nasce con l’obiettivo di presidiare un settore che attrae l’interesse di investitori e che si distingue per la forte innovazione tecnologica e gli elevati tassi di crescita.
GreenItaly1 ha raccolto 35 milioni di Euro mediante la quotazione sul Mercato AIM Italia gestito da Borsa Italiana al fine di realizzare un’operazione di integrazione con una società target entro 24 mesi dalla quotazione.

Il primo giorno di quotazione è stato il 27 dicembre 2013.

Caratteristiche e vantaggi di una SPAC

La SPAC, Special Purpose Acquisition Company, è uno strumento finanziario nato negli Stati Uniti e successivamente diffusosi in Europa. Consiste in un veicolo societario appositamente costituito con l’obiettivo di raccogliere, attraverso il collocamento sul mercato dei capitali le risorse finanziarie necessarie e funzionali per acquisire, in un orizzonte temporale di massimi 24 mesi, una società operativa (target), con la quale realizzare una aggregazione (c.d. business combination) attraverso un’operazione di fusione. A tutela degli investitori, le somme raccolte dalla SPAC attraverso l’IPO vengono conferite in un escrow account fruttifero presso una banca depositaria indipendente, dove restano depositate fino alla business combination. Tra i vantaggi a favore degli investitori la SPAC prevede l’obbligo di garantire il capitale e restituire la totalità dei capitali investiti, qualora non venga effettuata alcuna operazione di investimento entro il lasso di tempo prestabilito. Rispetto a un fondo di private equity la SPAC si configura come un soggetto regolato dalla normativa del mercato borsistico e pertanto offre una maggiore trasparenza informativa e il coinvolgimento diretto degli investitori attraverso l’assemblea per l’approvazione dell’operazione di investimento.

Per scoprire di più, visita il sito di Greenitaly1