Smart Energy

Renewable-Energy

Definizione SMART ENERGY: settore molto ampio che va dalla produzione di energia da fonti rinnovabili, alle soluzioni e alle tecnologie per le smart cities, ai sistemi per migliorare l’efficienza e ridurre i consumi energetici in campo industriale e civile.

 

 

 

 

SMART ENERGY: QUADRO NORMATIVO GENERALE

DECRETO LEGISLATIVO N. 387 DEL 29/12/2003, recante attuazione della direttiva 2001/77/CE (abrogata dalla direttiva 2009/28/CE) relativa alla promozione dell’energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell’elettricità.

DIRETTIVA 2009/28/CE, relativa ai consumi finali di energia nell’UE, prevede l’obiettivo che essi dovranno essere coperti, nel 2020, per almeno il 20% da fonti rinnovabili.

PIANO DI AZIONE NAZIONALE PER LE ENERGIE RINNOVABILI, adottato il 30 giugno 2010

Il Piano (PAN) fornisce una panoramica della politica nazionale in materia di energie rinnovabili, descrivendo gli obiettivi (ad esempio, sicurezza dell’approvvigionamento, benefici socioeconomici e ambientali) e le principali linee di azione strategica.

DECRETO MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO DEL 10.9.2010, RECANTE APPROVAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER L’AUTORIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI ALIMENTI DA FER

Tali linee guida sono state approvate ai sensi dell’articolo 12 del decreto legislativo 29 dicembre 2003, n. 387, ai fini dello svolgimento del procedimento di rilascio dell’autorizzazione unica ivi previsto. Esse, in particolare, sono volte ad assicurare un corretto inserimento degli impianti, con specifico riguardo agli impianti eolici, nel paesaggio.

DLGS. N. 28/2011, recante attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili
Tale decreto definisce gli strumenti, i meccanismi, gli incentivi e il quadro istituzionale, finanziario e giuridico, necessari per il raggiungimento degli obiettivi fino al 2020 in materia di quota complessiva di energia da fonti rinnovabili sul consumo finale lordo di energia, e di quota di energia da fonti rinnovabili nei trasporti.

QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO: Decreto ministeriale del 5 luglio 2012

Il sistema di incentivazione del fotovoltaico è attualmente regolato dal Decreto ministeriale del 5 luglio 2012.

STRATEGIA ENERGETICA NAZIONALE (DECRETO INTERMIN. MISE E MIN. AMBIENTE 08/03/2013)

Obiettivo: modernizzazione del settore energia
Doppio orizzonte temporale di riferimento – 2020 e 2050, in coerenza con la Road map di decarbonizzazione europea e di Ricerca e Sviluppo.

Principali linee guida per il raggiungimento degli obiettivi europei 20-20-20:

  • Riduzione dei costi dell’energia per i consumatori e le imprese
  • Superamento degli obiettivi europei in materia ambientale (decarbonizzazione dell’economia europea, maggiore efficienza energetica e sviluppo sostenibile delle rinnovabili)
  • Maggiore sicurezza di approvvigionamento
  • Sviluppo industriale del settore energia per una crescita economica sostenibile

 

EFFICIENZA ENERGETICA

 

DECRETO LEGISLATIVO  4 luglio 2014 n.102 relativo all’Attuazione  della  direttiva  2012/27/UE  sull’efficienza energetica, che modifica le direttive 2009/125/CE e 2010/30/UE e abroga le direttive 2004/8/CE e 2006/32/CE. 

DIRETTIVA 2009/125/CE

Anche nota come Direttiva Ecodesign, istituisce un quadro per l’elaborazione di specifiche per la progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all’energia.

DECRETO LEGISLATIVO 16 febbraio 2011 , n. 15, recante attuazione della direttiva 2009/125/CE relativa all’istituzione di un quadro per l’elaborazione di specifiche per progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all’energia.
Il decreto legislativo regolamenta l’immissione sul mercato e la messa in servizio dei prodotti connessi all’energia.

PIANO D’AZIONE ITALIANO PER L’EFFICIENZA ENERGETICA (PAEE) 2011

Il Piano di Azione nazionale per l’Efficienza Energetica, PAEE 2011 è stato elaborato in attuazione della Direttiva 2006/32/CE, la quale dispone che gli Stati membri realizzino azioni per raggiungere nel 2016 l’obiettivo nazionale indicativo globale di risparmio energetico del 9%. Obiettivo che deve essere conseguito tramite servizi energetici e altre misure di miglioramento dell’efficienza energetica .

CONTO TERMICO e INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA: DECRETO MINISTERIALE 28/12/2012, n. 65625

Obiettivo: dare impulso alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili (riscaldamento a biomassa, pompe di calore, solare termico e solar cooling) e accelerare i progetti di riqualificazione energetica degli edifici pubblici. Rafforzare la leadership tecnologica della filiera nazionale in comparti con un forte potenziale di crescita internazionale.

EFFICIENZA ENERGETICA PER LE IMPRESE DI DISTRIBUZIONE ENERGIA ELETTRICA E GAS: DECRETO MINISTERIALE 28/12/2012, n. 65631

Fissa nuovi target nazionali per il quadriennio 2013-2016 in termini di risparmio energetico per le aziende di distribuzione dell’energia elettrica e del gas (con oltre 50mila clienti), obbligate a migliorare l’efficienza energetica verso gli utenti finali, oppure ad acquistare i titoli di efficienza energetica (certificati bianchi, o Titoli di Efficienza Energetica: TEE) da chi ha ottenuto questi risparmi.